Perché il Marocco

Il Marocco è un luogo pieno di tradizioni e di contraddizioni che lo rendono una terra unica che colpisce subito il viaggiatore al primo impatto con i suoi colori e i suoi profumi unici. Visitare il Marocco può emozionare anche solo con una passeggiata nel deserto. Il suo paesaggio mutevole, disegnato dal vento, rapirà la vostra attenzione, con la curiosità di arrivare in cima ad ogni duna per poter vedere cosa si cela dietro. Il deserto con lo spettacolo di colori che offre è uno dei posti più incantevoli del mondo. Alcune delle splendide città marocchine sembrano essere rimaste ferme nel tempo. Qui la vita continua a scorrere lentamente, conservando tutte le tradizioni che le hanno rese cosi’ attraenti.

Un motivo valido per visitare Il Marocco è anche per gustare il cibo, frutto di una forte e lunga tradizione culinaria, i piatti più conosciuti sono il Tajine e il Cous-cous.Il Tajine è  uno spezzatino di carne stufata, accompagnata da sapori di contorno quali prugne, mandorle e da numerose spezie che rendono il suo sapore inebriante. La gente è particolarmente ospitale, sempre pronti ad aiutare chi è in difficoltà e custodiscono con cura, orgoglio e dedizione i loro usi e costumi.



A view of the blue city of Chefchaouen in the Rif mountains, Morocco


Cosa vedere in Marocco

Il Marocco sembra un paese sospeso tra mito e realtà e le località di Marrakech, Fes, Tangeri e Rabat fanno subito pensare ai Souk carichi dei profumi di spezie e l’atmosfera dell’oriente.

Le Città Imperiali

Marrakech è la città più caratteristica del paese e da cui deriva il nome Marocco. I Riad sono le costruzioni più caratteristiche di Marrakech, al interno della quale si percepisce il profumo dell’incenso e l’atmosfera di mille e una notte. La città rossa è davvero un posto magico, che pullula di mercati, giardini, palazzi e moschee. Il miglior modo di scoprire la Medina è quello di camminare sopra le mura fortificate: passeggiando ò pedalando lungo i bastioni. Il sito che merita di essere visitato è la Moschea di Assan II, la più grande dopo quella di Medina e la Mecca. La parte vecchia della città è piena di strade strette e circondata dalle vecchie mura cittadine. Un altro monumento da visitare è la chiesa di Notre Dame de Lourdes, con le sue splendide vetrate decorate a mano.

Fes è il cuore sprituale del Marocco ed è la città imperiale più antica del paese, si trova nell’entroterra ed è attraversata dalla strada principale che collega Rabat a Ouida e si trova in una zona calda e umida del Marocco. La città nasce nel 789, quando un discendente  del profeta, di nome Idris Ibn Idris la fondò e lo fece capitale.  Fes è divisa in tre parti: Medina di Fez (Fès el Bali), nuova  fez il quartiere ebraico (Fès-jdid) e la ville nouvelle, di espansione francese. Il sito più famoso di Fes è la sua medina quindi la parte antica delle città arabe, in cui si manifesta tutta la complessità di una città antica con le sue strade strette e tortuose.

Fès el Bali, la più grande e meglio conservata medina del mondo islamico è dichiarata patrimonio dell’Unesco. Per accedere all’interno di questo gioiello architettonico, si valica la porta di ab Bouijoud, la porta principale della città di Fes. Dopodiché vi troverete all’interno di un vero e proprio labirinto di vicoli tortuosi, i quali conducono al centro storico della città. ricco di scuole islamiche , bellissimi palazzi, moschee, residenze e maestose piazze . Le Mederse Madrasa Bu’Inayna e quella degli’Atarin sono i monumenti più celebri che sono stati eretti dal sultano Abū Saʿīd ʿUthmān nel 1323-25 ed è uno dei capolavori dell’arte merinide a Fès. Al Palazzo reale non è consentito l’accesso, per cui possiamo ammirare solo le sue porte dorate. E’ formato da un complesso di edifici, giardini cortili, una moschea e una medersa. La città conserva al meglio le tradizioni per gli antichi mestieri come la tessitura dei tappeti, la ceramica, la lavorazione del legno e dei metalli, la gastronomia, ciò rende Fes una città unica.

Rabatè la capitale amministrativa del Marocco è situata sulla costa atlantica. Da non perdere  la Kasba degli Oudaia, un quartiere fortificato di Rabat,  situato su uno sperone roccioso, la torre di Hassan con intorno le rovine della moschea distrutta durante il terrremoto di Lisbona del 1755, la necropoli di Chelia e il mausoleo di Mohammed V. Quest’ultimo edificio è stato il luogo di sepoltura di Mohammed V e dei suoi figli. Lo stile è arabo-andaluso. La Torre di Hassan invece è un minareto storico facente parte della moschea ormai scomparsa.

La città imperiale di Meknes si trova nella parte settentrionale del Marocco, tra le montagne del Medio Atlante e del Rif e la pianura del Saiss. È patrimonio dell’Unesco e Meknes è anche conosciuta come la città dei cento minareti. Meknes è stata è stata fondata nel 1061 come roccaforte militare, prende il nome dalla tribù berbera Meknassa che dominò la parte orientale del Paese fin dall’ottavo secolo. Il complesso cittadino è l’emblema della commistione tra architettura spagnola e araba e parte della città, come le grandi porte che furono costruite con materiali saccheggiati dal sito archeologico di Volubilis. Meknes è stata la prima grande opera della dinastia Alawita e oggi è una dimostrazione esemplare delle città fortificate del Maghreb. La città è formata dalla Medina, dalla kasbah, da 25 moschee, da 10 bagni turchi e numerosi granai e palazzi.





Tangeri e il Nord

Tangeri è una località situata nel Marocco del nord sulla costa ed è un porto. L’origine della città è un mix di cultura, romana, cartaginese, araba, bizantina e spagnola.  Gli edifici storici più importanti di Tangeri sono il Palazzo del Sultano e la Grande Moschea. Il primo conserva ancora l’aspetto originario ed ospita Il museo archeologico, mentre la seconda è stata costruita dove prima sorgeva una cattedrale portoghese, a sua volta costruita sopra un ex tempio romano, e su cui spicca il minareto in tipico stile arabo. Tangeri conserva in parte quel carattere deciso che l’hanno resa una delle città più frequenti negli anni sessanta ed è la porta per le belle spiagge del Nord sul Mediterraneo fino a Saidia.

IL SUD E LE KASBAHS

Ouarzazate è una cittadina situata  nella valle del Dadés, all’incrocio della valle del Draa poco distante dal deserto del Sahara ed è raggiungibile da Marrakech tramite il passo di Tizi n’tichka. Vicino la cittadina ci sono numerosi studi cinematografici sono stati girati e si girano famosi film hollywoodiani. La città fortificata di Ait Benhaddou è uno dei 9 siti del Marocco che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Questa bellissima Ksar si trova lungo la strada del commercio che le carovane percorrevano attraverso il deserto del Sahara dal Sudan fino a Marrakech ed è uno dei esempi dell’antica architettura del Marrocco meridionale è una meta assolutamente da scoprire. La ksar è un villaggio fortificato che è composto da granai ed abitazioni, e si trova su colline o punti sopraelevati vicino ad oasi o corsi d’acqua per essere meglio protetti da attacchi da parte di tribù nomadi. La caratteristica del Ksar sono le torri angolari e i vicoli stretti che si arrampicano tra le abitazioni, le Kasbah di ricchi mercanti. In cima della collina svetta un enorme granaio fortificato chiamato Agadir. Questo magnifico complesso include anche una moschea, una piazza e il santuario del Santo Sidi Ali.

Rispetto agli altri Ksar, il Ksar di Ait-Benhaddou ha preservato la sua autenticità architettonica quanto riguarda la configurazione e i materiali, nella parte bassa del paese, si possono osservare alcuni elementi decorativi. Questo luogo unico è stato il Set delle scene di film hollywoodiane come nel Gladiatore. Lungo la strada delle kasbahs si trova la Kasbah di Mgoum chiamata anche la “valle delle rose” dove si coltiva la rosa di damasco, usata per fini cosmetici. Nel mese di Maggio, si celebra il Festival delle Rose che coincide con la collezione di Rose. Alla fine della raccolta è solito festeggiare con una danza tipica chiamata Ahwash, che viene ballato anche durante i matrimoni.

ESSAOUIRA E LA COSTA ATLANTICA

ESSAOUIRA Costruita su una penisola rocciosa protesa verso l’Atlantico, Essaouira (l’antica Mogador) è la destinazione più bohèmienne del Marocco e la più bella città costiera dalle caratteristiche uniche, ad iniziare dalle sue candide case dalle finestre di un inconsueto azzurro brillante. Nel cuore di una fitta foresta di 600 ettari composta principalmente da alberi d’Argan, protetta da una spettacolare duna naturale, si affaccia con 4 km di spiaggia sull’Oceano Atlantico. La città è una metà dal fascino indiscutibile che ha attratto, e continua ad attrarre , un pubblico eterogeneo di viaggiatori e artisti di ogni tipo, ne fu conquistato negli anni sessanta, quando arrivarono hippies da tutto il mondo, Jimi Hendrix condivise e si fece inebriare dai ritmi del guenbri (un liuto-amburo a tre corde), delle nacchere in ferro e dei tamburi, attratto dal gnaoua, la musica introdotta in Marocco dagli schiavi neri.

El Jadida è un’elegante e raffinata città del Marocco, dichiarata patrimonio dall’UNESCO nel 2004. El Jadida è l’antica città di Mazagan che venne conquistata dai portoghesi nel 1502 e fu l’ultimo possedimento del Portogallo in terra marocchina fino al 1769 quando furono sconfitti dal Sultano Muhammad III del Marocco che determinò la nascita dell’attuale El Jadida. La piccola medina ha l’infuenza dell’architettura manuelina portoghese ed è sicuramente una Kasbah più europea delle altre medine.

Casablanca è una città del Marocco occidentale, situata sulla costa dell’Oceano Atlantico. Con una popolazione di più di 3 milioni di abitanti, Casablanca è la più grande città del Marocco ed è il principale centro economico del Paese. Il simbolo della città è la magnifica Moschea di Hassan II, la più grande di tutta l’Africa, la settima in tutto il mondo. Il minareto ha sessanta piani e dalla cima parte una luce al laser diretta verso la mecca. La moschea è aperta al pubblico, ma l’ingresso è regolato secondo orari precisi (ogni due ore a partire dalle dieci del mattino). La moschea di Hassan II di Casablanca è la più grande del Marocco, nonché la settima di tutta l’Africa. Questa struttura detiene il record di altezza del suo minareto, il quale tocca i 210 metri di altezza. La sua struttura è stata completata nel 1993 ed è opera del designer Michel Pinseau e costruita da Bouygues. Il suo minareto si proietta verso la Mecca, e la sua ubicazione è davvero molto affascinante, si trova su un piccolo promontorio che si affaccia sull’oceano Atlantico.

AGADIR E IL SUD

Agadir è il capoluogo della regione meridionale del Marocco, Souss-Massa-Draâ e il suo nome in lingua berbera significa “granaio fortificato”. La città è un noto porto, ma è soprattutto meta turistica. La città originale fu distrutta da un forte terremoto nel 1960 e fu ricostruita a 2 chilometri più a sud dall’epicentro, sviluppandosi come località marina dalle ampie spiagge sabbiose. Altra fonte di reddito per la città è la pesca: la lavorazione del pesce è un’attività economica redditizia, che ha interessanti sviluppi sulla gastronomia locale.  La città è circondata da quartieri residenziali ma il lungomare è la vera ricchezza: la lunga spiaggia di sabbia è bagnata da acque pulitissime e baciata dal sole durante tutto l’anno. Luoghi di interesse paesaggistico e naturalistico sono la valle degli Uccelli, un parco con una ricca varietà di specie aviarie, con uno zoo interno, una cascata e un parco giochi per bambini; il Jardin de Olhao è, invece, un magnifico giardino in stile berbero, centro di ritrovo e luogo culturale che ospita mostre di artisti locali. Tra i monumenti da visitare c’è l’Ancienne Talborjt, un mausoleo reliquario in memoria delle vittime del terremoto che ospita una piccola moschea e un giardino.

Taroudant la piccola Marrakech.

Taroudant è una piccola cittadina dove sentirete l’atmosfera dell’autentico Marocco, situata nella ricca e fertile Valle del Souss, attraversata dal celebre fiume di Alì Babà e i suoi quaranta ladroni. L’arrivo è mozzafiato, da una parte i bastioni di fango rinforzato lunghi 7 km e mezzo che circondano la città, dall’altra l’Atlas. Questa città mercato berbera sulla rotte delle carovane è famosa per il suo artigianato e i suoi Suk, i migliori della parte meridionale del Paese, dove troverete meravigliosi gioielli e tappeti. La cittadina di Taroudant è anche un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta delle coste atlantiche a sud di Agadir che distano solo un’ora, delle montagne e delle oasi del Marocco. A 30 chilometri a sudest di Taroudant, su un picco roccioso, si trova il villaggio di Tiout, che sovrasta dal palmeto in cui nel 1954 Fernandel girò Alì Babà e i quaranta ladroni.

Tafraout è una piccola cittadina del Marocco situata a 180 km a sud di Agadir, con popolazione di maggioranza berbera. Si raggiungono i 1000 metri e una vallata circondata da enormi montagne granitiche.

Questo è il regno delle pantofole, si trovano di diversi colori e di qualsiasi disegno in giro per il Suk. Scordatevi della caotica marrakech, qui è tutto trancquillo e molto rilassante. Siamo in un altro Marocco, qui non sentirete dei mercati rumorosi e della gente che va di corsa.





Vi invitiamo ad aprire le pagine e scoprire gli itinerari suggeriti, ricordando che siamo specializzati nell’elaborazione di proposte su misura e che i nostri viaggi lasciano un’impronta, ma che ognuno lascia la sua impronta nel luogo che sente appartenergli di più!


Viaggi in Marocco

    Marocco Scoperta 4*

    Africa, Marocco

    Tra le più famose si visiteranno Casablanca, Rabat, Meknes, Fes e Marrakech, con visite ai più importanti siti d'interesse, come la Tour Hassan di Rabat e la moschea Karaouine. Il programma è disponibile in una sola categoria di prezzo: 4* (cat. turistica).…

    da 1.219,00

      Tour Città Imperiali 4*

      Africa, Marocco

      “Il Viaggio Impronta”, un must per esplorare il meglio del Marocco. Si visiteranno Casablanca, Rabat, Meknes, Fes e Marrakech, visite ai più importanti siti d'interesse, come la Tour Hassan di Rabat, la moschea Karaouine e la famosa piazza Jemaa El Fna…

      da 869,00

        Tour Città Imperiali 5*

        Africa, Marocco

        “Il Viaggio Impronta”, un must per esplorare il meglio del Marocco. Si visiteranno Casablanca, Rabat, Meknes, Fes e Marrakech, visite ai più importanti siti d'interesse, come la Tour Hassan di Rabat, la moschea Karaouine e la famosa piazza Jemaa El Fna…

        da 1.029,00

          Tour Città Imperiali DELUXE

          Africa, Marocco

          “Il Viaggio Impronta”, un must per esplorare il meglio del Marocco. Si visiteranno Casablanca, Rabat, Meknes, Fes e Marrakech, visite ai più importanti siti d'interesse, come la Tour Hassan di Rabat, la moschea Karaouine e la famosa piazza Jemaa El Fna…

          da 1.659,00

            Tour Marocco Sud e Kasbahs 4*

            Africa, Marocco

            Si visiteranno Marrakech, Zagora, Erfoud e Ouarzazate visite ai più importanti siti d'interesse, come il minareto della Koutoubia, la Valle del Draa e la strada delle mille Kasbah. Il programma è disponibile in due categoria di prezzo: 4* (cat. turistica) e 5*…

            da 949,00

              Tour Marocco Sud e Kasbahs 5*

              Africa, Marocco

              Si visiteranno Marrakech, Zagora, Erfoud e Ouarzazate visite ai più importanti siti d'interesse, come il minareto della Koutoubia, la Valle del Draa e la strada delle mille Kasbah. Il programma è disponibile in due categoria di prezzo: 4* (cat. turistica) e 5*…

              da 1.189,00
              Share
              Nascondi