PERCHE’ GLI EMIRATI ARABI?

Gli Emirati Arabi sono un paese dai mille volti e dalle grandi contraddizioni: paesaggi naturali mozzafiato con lunghissime spiagge, deserti sterminati e montagne imponenti, si alternano a metropoli iper-moderne. Per visitare la modernissima Dubai con i suoi grattacieli, i suoi centri commerciali, i parchi divertimento a tema, i suoi hotel esclusivi rinomati per essere tra i migliori al mondo. Per scoprire il nascente lato turistico dell’affascinante Abu Dhabi con la sua bellissima Moschea e l’avveniristico circuito di F1 di Yas Marina, il parco a tema Ferrari World, le bianche spiagge e i spettacolari campi da golf. Per godersi il silenzio del deserto di Liwa ammirando albe e tramonti tra i più suggestivi al mondo.

LA TUA ESPERIENZA DI VIAGGIO

Accedi alle informazioni aggiornate in tempo reale dal nostro sistema e prenota online.
Le quote visualizzate nei preventivi online sono valide e garantite solo se la disponibilità dei servizi è effettiva.

Caricamento in corso...
6 Risultati
Ordina per:
Nome
Prezzo
Data partenza
Filtri
Filtra per struttura
Filtra per caratteristiche
Filtra per prezzo

€0 €4000+
Filtra per stelle

COSA VEDERE NEGLI EMIRATI ARABI

DUBAI

In costante evoluzione è la città dove tutto è possibile e dove il futuro si mescola con le tradizioni generando un mix unico al mondo. Gold Souk è Il mercato dell’oro più grande del mondo vende gioielli e pietre preziose provenienti da Dubai, dall’India e da molti altri paesi. Tutti i gioielli esposti, realizzati con oro da 22 e 18 carati, sono assolutamente autentici. La presenza di Centinaia di venditori garantiscono la presenza di pezzi unici, pietre preziose certificate e splendidi motivi in stile arabo dai prezzi contrattabili. Bastakiya è uno dei più antichi quartieri di Dubai ed il suo nome ha origine da una regione dell’Iran (Bastak), inizialmente nel 1890 si trattava di un agglomerato di sessanta case, abitate per lo più da immigrati iraniani.

Il quartiere è situata in Dubai Creek e visitarla è come fare un viaggio nel tempo, dei tempi d’oro risalenti alla scoperta dei pozzi petroliferi sono rimaste le mura delle case da cui s’intuisce che si trattava di abitazioni sfarzose in cui risiedevano famiglie benestanti.

Il Forte Al Fahidi, sede del Museo di Dubai è stato costruito nel 1787 ed è l’edificio più vecchio di Dubai. Il Museo aprì al pubblico nel 1971, anno dell’indipendenza degli Emirati Arabi Uniti, per un’idea dello sceicco di Dubai, allo scopo di mostrare la vita tradizionale della zona. Dubai Creek è il centro originario dell’attività commerciale cittadina ed è sempre brulicante di imbarcazioni che sfrecciano su e giù cariche di merci. Da non perdere un giro in Abra, tradizionale barca per raggiungere alcune delle parti più antiche della città. Il Creek ha permesso lo sviluppo economico di Dubai ed ancora oggi è un punto di riferimento per gli abitanti e luogo d’attrazione per i turisti.

Marina Bay water
mini_EMIRATI ARABI ABU DHABI - Fotolia_109161433_Subscription_L - Copia

ABU DHABI

La capitale degli Emirati Arabi Uniti, frizzante, dinamica e attraente è il più grande tra i sette Emirati. Spiagge incontaminate, lagune turchesi, deserto dorato, skyline moderno: questo è solo un assaggio di quello che vi aspetta ad Abu Dhabi quest’estate…o per tutto il resto dell’anno!

Heritage Village è una fedele ricostruzione di un villaggio di Abu Dhabi del passato che serve sia per ricordare agli abitanti della città le loro origini e sia per illustrare ai turisti in quanto poco tempo Abu Dhabi abbia costruito la sua fortuna.

La Grande Moschea Sheikh Zayed è considerata il luogo di culto più importante del paese. Imponente, elegante e assolutamente bellissima, questo capolavoro architettonico ha neanche 10 anni, ma viene già annoverato come uno dei monumenti più famosi al mondo, al pari del Colosseo.

La Corniche si estende per circa 8 km dove possiamo trovare il meglio per la vita balneare, i panorami più suggestivi e i locali più trendy: non rimarrete delusi quali che siano i vostri interessi o il motivo per cui siete venuti fino a qui.

Yas Island è l’isola giusta per chi cerca il divertimento, qui ha sede lo spettacolare Ferrari World Abu Dhabi e lo Yas Waterpark, oltre al famoso Circuito di F1 e alla Marina.

Ferrari World è il primo parco a tema al mondo dedicato alla Rossa di Maranello. Il parco presenta una straordinaria serie di giostre e attrazioni ispirate alla Ferrari, il più grande Ferrari Store e una varietà di punti ristoro che servono vera cucina italiana. Tanto divertimento per l’intera famiglia!

Nel Circuito di Yas Marina provate l’esperienza di girare sulla pista per sentire dei veri piloti di F1 per un giorno, sarà un’esperienza indimenticabile e non perdete una visita allo splendido Hotel Viceroy che ospita i piloti durante il Gran Premio di F1 programmato in novembre, sarà emozionante vedere sfrecciare le vetture a più di 300 km/h.

SHARJAH

Sharjah, la terza città più importante degli Emirati Arabi Uniti nonostante sia oscurata da Dubai e Abu Dhabi, offre diverse attrazioni. Sharjah, a nord di Dubai lungo la costa del Golfo Persico, è la capitale dell’emirato omonimo, che vanta numerosi musei di archeologia, scienza, storia naturale, arte e cultura islamica.  La piazza principale della città è Rolla Square, con un grande parco verde, molto frequentata dai locali, soprattutto nei weekend. Sharjah si presta benissimo per fare shopping sia nei tantissimi centri commerciali, ma anche due souk caratteristici. Il Souk Al Markazi, o Blue Souq, è un’attrazione turistica tra le più importanti e comprende un mercato dell’oro, un mercato dell’abbigliamento, uno di antiquariato e uno di gioielleria. L’altro è il Souk Al Arsah, noto come Heart of Sharjah, totalmente ristrutturato. Le testimonianze della Sharjah dei tempi antichi risiedono nel forte Mattah, inizialmente costruito per ospitare i viaggiatori verso l’Impero Britannico d’Oriente, faceva parte dell’Aeroporto di Sharjah fino al 1977, poi trasformato nel museo dell’aviazione. Il Forte di Al Hisn, le cui origini risalgono al 1820, era la l’originale fortezza a guardia di Sharjah ed è stato demolito parzialmente negli anni ’70, poi restaurato negli anni ’90.

View of the Sharjah Court in the UAE.

KUDA IL VALORE DELL’ESPERIENZA

GASTRONOMIA

market-3466906_1280_Tama66

A partire dal V secolo, gli Emirati Arabi Uniti, e Dubai in particolare, hanno assunto un ruolo cruciale come tappa fondamentale per i mercanti stranieri. La posizione privilegiata di Dubai lungo le antiche rotte della seta e delle spezie e al suo ruolo centrale commerciale per la pesca, la costruzione di barche e la raccolta delle perle, ha svolto un ruolo determinante nell’evoluzione della cucina emiratina. La cucina degli Emirati è il risultato di un affascinante connubio di culture, in particolare dell’Asia. I commercianti del passato si sono lasciati ispirare dai paesi che attraversavano, dando vita a una cucina ricca e sfaccettata. Secondo Al Sayyah, esperto culinario, questa diversità è evidente nelle spezie esotiche che hanno arricchito le ricette tradizionali, con influenze che spaziano dalle cucine arabe, indiane, iraniane, mediterranee a quelle turche. Il ghee, o burro chiarificato, originario dell’antica India, è diventato un ingrediente iconico nella cucina locale, arricchendo i piatti con il suo sapore distintivo. Altrettanto rilevante è il condimento bezar degli Emirati, una miscela di spezie, tra cui cumino, pepe nero, cardamomo, cannella, pepe rosso e curcuma, spesso unito al ghee per creare un mix aromatico utilizzato in numerosi piatti locali. Anche lo zafferano, con i suoi pistilli provenienti dall’Iran, ha trovato la sua strada negli Emirati Arabi Uniti, aggiungendo profumo e decoro a piatti come il balaleet, una prelibatezza della colazione emiratina composta da uovo fritto e vermicelli. La cucina emiratina, dunque, non è solo una ricca fusione di sapori, ma anche un riflesso della generosità e dell’accoglienza che contraddistinguono il popolo degli Emirati.

 

TRADIZIONI

falcon-1264605_1280_neildodhia

Nel cuore degli Emirati Arabi, le tradizioni antiche si intrecciano con la modernità, creando un affascinante mosaico culturale. Due delle esperienze più emblematiche che catturano l’anima di questa terra ricca di storia sono le immersioni alla ricerca di perle e la falconeria. Le immersioni alla ricerca di perle rappresentano un viaggio nel tempo, un ritorno alle radici di una delle attività economiche più antiche di questa regione. Attraverso acque cristalline, gli esploratori scendono in profondità in cerca di tesori nascosti nel fondale marino. Questa pratica, che un tempo era il cuore pulsante dell’economia locale, continua a essere un tributo alle tradizioni di pesca delle perle, unendo la moderna passione per l’immersione con la ricca storia del paese. La falconeria è una forma d’arte che si tramanda da generazioni dove il falco oltre che un predatore, diventa un compagno di vita. La pratica della falconeria è ancorata nella cultura, rappresentando un antico sport che unisce l’abilità del falco e la maestria del falconiere. Oltre alla caccia, la falconeria è una testimonianza del rispetto e della connessione profonda che gli abitanti degli Emirati Arabi nutrono per questi magnifici uccelli. In entrambe queste tradizioni, emergono valori di perseveranza, rispetto per la natura e una connessione autentica con il passato. Le immersioni alla ricerca di perle e la falconeria offrono ai visitatori una finestra sulla storia e sulle tradizioni di una cultura che sa coniugare il vecchio e il nuovo.

IL MIO VIAGGIO NEGLI EMIRATI ARABI!

COME ENTRARE NEGLI EMIRATI ARABI

Documentazione di accesso:

necessario con validità residua di almeno sei mesi dal giorno d’ingresso negli Emirati Arabi Uniti. Coloro che sono in possesso di un valido visto di residenza emiratino possono entrare negli Emirati Arabi Uniti con un passaporto con validità residua di almeno tre mesi. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata degli Emirati Arabi Uniti a Roma. Si segnala che i controlli alle frontiere di ingresso sono stati resi più stringenti e approfonditi in conseguenza del deterioramento della situazione nella regione e vi sono stati casi di diniego dell’ingresso nel Paese di cittadini italiani e dell’Unione Europea per non meglio precisati “motivi di sicurezza”.

Vaccinazioni:

Nessuna vaccinazione obbligatoria.

Visto:

Non necessario per cittadini Europei per un corto soggiorno (sino a 90 giorni ogni 180).

Per ulteriori informazioni, sempre aggiornate, clicca sul sito di viaggiaresicuri.it oppure su salute.gov.it

MAPPA

I NOSTRI PARTNERS